L'uricemia è dovuta alla mancata capacità dell'organismo di smaltire le purine, e/o l’iperproduzione di urati che determinano l'aumento dell'acido urico nel sangue.

L'acido urico tende a depositarsi nelle articolazioni e a provocare gotta. La gotta si caratterizza da attacchi di artrite infiammatoria acuta con arrossamento, gonfiore e dolore alle articolazioni dovuti ad un eccessivo deposito di cristalli di acido urico nelle giunture ossee.
Spesso sono associate all'iperuricemia, i
perlipidemia, ipertensione arteriosa, diabete e insulino-resistenza e obesità(manifestazioni della sindrome metabolica).


La riduzione di alcuni cibi ad elevato contenuto di purine può essere utile nella terapia della gotta.

 

Consigli generali:

  • Evitare i cibi ad alto contenuto in purine.

  • Evitare i digiuni prolungati e le diete fortemente ipocaloriche.

  • Non eccedere nel consumo di proteine animali..

  • Bere molta acqua.

  • Evitare alcoli.

  • Alimentazione sana ed equilibrata

     

Sotto saranno elencati i cibi che vanno eliminati, ridotti o che si possono consumare tranquillamente.



Alimenti vietati:

  • Alcool.

  • Pesce azzurro ad alto contenuto di purine come acciughe, alici, sardine, sgombri.

  • Frattaglie quali fegato, cervella, rognone.

  • Selvaggina.

  • Molluschi e frutti di mare.

  • Alimenti conservati e dadi da cucina.

  • Alimenti fritti o comunque molto grassi.

  • Bevande zuccherine contenenti fruttosio.



Alimenti consentiti con moderazione

  • Carni e pollame.

  • Affettati.

  • Legumi (piselli, fagioli, lenticchie).

  • Pesce a medio contenuto di purine: spigola, carpa, cernia, luccio merluzzo, nasello, palombo, sogliola, rombo, trota .

  • Alcuni tipi di verdure quali asparagi, spinaci, cavolfiori e funghi.

     

Alimenti consentiti

 

  • Pasta e riso non integrale, grissini, crackers, fette biscottate, cereali.

  • Latte e suoi derivati come yogurt e ricotta.

  • Formaggi, soprattutto a basso contenuto di grassi.

  • Uova.

  • Verdure cruda o cotta e preferire barbabietole, bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolini di bruxelles, indivia, insalata, lattuga, patate, pomodori, rape, zucca.

  • Frutta fresca come albicocche, arance, kiwi, mele, melone, pere, pesche. Non superare il quantitativo di 300 grammi al giorno.

  • Olio extravergine di oliva .

  • Acqua almeno 8 bicchieri al giorno.

 

L'ipertensione è una patologia molto diffusa nei Paesi occidentali e, quindi, anche in Italia.

Molte persone ignorano di avere tale patologia finché non si sottopongono ad un controllo medico.

Questo, purtroppo, avviene sia perché i sintomi sono poco specifici sia perché la patologia ha uno sviluppo graduale, per cui l'organismo ha il tempo di abituarcisi.

I sintomi più frequenti dell'ipertensione sono, tra gli altri:

  • mal di testa
  • stordimento e vertigini
  • acufeni (fischi alle orecchie)
  • epistassi (perdita di sangue dal naso)
  • alterazioni della vista.

 

L'unica prevenzione per l'ipertensione è il controllo periodico della pressione arteriosa.

L'ipertensione può essere di due tipi:

  1. primaria, di cui non si conosce la causa ma si parla di multi-fattorialità (familiarità, sovrappeso, stress, fumo, cattive abitudini alimentari ecc.)
  2. secondaria, cioè legata ad un'altra patologia.

 

Nel caso dell'ipertensione primaria è possibile provare a tenere sotto controllo la pressione senza farmaci ma correggendo le abitudini sbagliate.

Accorgimenti importanti per il controllo della pressione sono, tra gli altri:

  • evitare alcolici e superalcolici
  • evitare il fumo
  • evitare bibite gassate e dolci
  • evitare insaccati e cibi affumicati
  • evitare dolciumi e bibite zuccherate
  • evitare fritture e snack vari
  • bere molta acqua
  • praticare regolare attività fisica
  • ridurre il consumo di sale
  • rientrare nel normopeso
  • seguire un alimentazione sana e varia.

Contatti Nutrizionista Modena

Dott.ssa Valeria Sorbara nutrizionista a Bologna e Modena
Per richiedere un primo incontro alla Dott.ssa Valeria Sorbara nutrizionista a Bologna e Modena mirato a:
  • valutazione dello stile di vita, delle abitudini alimentari e/o allergie o intolleranze alimentari
  • valutazione della composizione corporea
  • definizione degli obiettivi da raggiungere e del percorso da intraprendere insieme

  • Per la sede di Bologna è sufficiente telefonare allo 059 71 05 869 - dal lunedi al venerdi dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 18.00

  • Per la sede di Modena telefonare allo 059 21 64 68 - dal lunedi al venerdi dalle 14.00 alle 19.00

  • – o inviare un messaggio tramite l'apposita area contattaci
    captcha
    Ricarica